Emma, shopping e relax pre-Sanremo. E abbuffata in vista della faticaccia

La cantante sorpresa a pranzo in centro a Milano con le amiche

Emma Marrone si rilassa in vista di Sanremo (Tutti i  look più pazzi e scandalosi del Festival). La cantante è stata sorpresa in centro a Milano, insieme ad alcune amiche, mentre si dedica ad una sessione di shopping, forse per scegliere il look che la contraddistinguerà sul palco dell’Ariston.

E tra un negozio e l’altro, Emma si concede un pranzetto con le amiche. Quasi una abbuffata, a giudicare dalla foga della Marrone, che forse in vista della faticaccia che la attende ha deciso di ingurgitare qualche caloria in più come riserva per i tempi duri.

Intanto  trapelano le prime inevitabili  indiscrezioni sul cachet della cantante. Emma, riportano alcuni siti, non riceverà alcun compenso, se non un contributo spese per lo staff che la accompegnerà nei giorni del Festival. Cinque persone in tutto, tra trucco e parrucco, compreso il fedele Luca Zanforlin, conosciuto ai tempi di Amici, che la seguirà in veste di autore. Se così fosse, tanto di chapeau per Emma.
 

Emma Marrone, sopravvissuta al cancro: “La prevenzione è importante”

La cantante salentina ha ragione: non sottovalutiamo i segnali del nostro corpo

Emma Marrone non piace a tutti. Ed è un bene, perché esplicitare opinioni non suscita approvazione a prescindere, piuttosto divide. E’ ruvida Emma, quando si esprime nei contesti in cui la macchina dello spettacolo richiederebbe l’esercizio di una Captatio benevolentiae costruita su sorrisi e cortesia. Ma quando si parla di cancro non è così semplice trovare le parole giuste.

E’ brava, in questo, Emma. "Siamo approdati alla Dracma Records a Torino dove è nato questo disco. Sembrava andare tutto alla grande – ha detto durante "Canzone – Le strade di Emma", andato in onda su Rai Uno -, stava per partire la tournè al Nord quando io scopro di essere ammalata di cancro. Ho dovuto abbandonare questo progetto per andare a salvarmi la vita. Lì ho ricevuto la prima vera e grande mazzata della vita perché dopo mesi e mesi di lavoro, risorse investite ho pensato che ora che mi stava andando bene il prezzo da pagare era veramente alto. Ho mollato tutto per curarmi".

In questo drammatico percorso, la cantante salentina ha trovato sostegno nella sua famiglia. Fu sua madre a chiamare la redazione: "Lì ho deciso che avrei smesso perché quella roba lì mi aveva un po’ mortificata. Fu lì che mia mamma di nascosto decise di chiamare la redazione per farmi fare il provino. Un po’ per darmi perché sono mazzate che ti fanno vivere nella paura, tutti i giorni, che questo male tornasse. Andai soprattutto per loro, non avevo tutta sta voglia di tornare a fare la cantante.

La scelta di parlare della malattia è maturata con il tempo, con la consapevolezza che ricoprire un ruolo pubblico l’aveva investita di una responsabilità diversa, rispetto al suo stesso dolore: "Decidere di parlare della malattia non è stata una scelta facile. E decisi di farlo molto tempo dopo che avevo vinto Amici sempre perché in Italia sarebbe passato come un motivo di vittimismo e non una vittoria, una rivalsa. Ne ho parlato perché la comunicazione è importante, una cosa è quando viene detto da una ragazza, presa a modello da molti giovani. Sentendo anche questa responsabilità ho deciso di raccontare non per essere compatita, ma per dire che la prevenzione è importante. Io stessa se avessi fatto più controlli non mi sarei trovata a quel punto. La prevenzione è importante".

Siamo d’accordo con Emma: la prevenzione è indispensabile per combattere e sconfiggere il cancro. E poterlo raccontare.

"Non lo so che futuro vorrei avere: sarebbe facile dire cantante, vorrei avere dei figli, la casa in campagna. Io purtroppo non lo so. Il futuro non è il prolungamento di quello che sto facendo ora, magari un giorno mi stancherò di fare la cantante. Così come non è detto che ogni donna si senta realizzata con una famiglia, magari nel destino una famiglia non è prevista, un po’ per sfiga un po’ perché forse non sono capace io di tenere un rapporto. Vorrei sicuro che la mia famiglia stesse bene".

Conchita Wurst, la drag queen con la barba che sfida la Russia

Il personaggio dell’Eurovision sta conquistando la scena internazionale

Se il coraggio di abusare di un certo campanilismo prevarrà, dovrete concludere che la vostra preferenza andrà a Emma Marrone che in questa edizione dell‘Eurovision Song Contest 2014 ha difeso la bandiera con "La mia città".

Ma la protagonista assoluta è e rimarrà (e usiamo il femminile) Conchita Wurst, drag queen austriaca, struggente interprete dotata di una voce dall’estensione impressionante, potente.

Una consacrazione internazionale per Thomas Neuwirth, che ha deciso di sfoggiare una barba "per mostrare al mondo che possiamo fare quello che vogliamo", come ha dichiarato alla Reuters. E assumere simbolicamente il ruolo di portavoce di una contestazione nei riguardi dei provvedimenti omofobi in Russia che, fino a questo momento, ha comunque trasmesso l’Eurofestival.

Da outsider consapevole, in quest’edizione scandita dai fischi rivolti alle gemelline russe e alla politica di gestione della crisi di Crimea, Conchita ha dichiarato: "Ho creato questa donna barbuta per dimostrare al mondo che tutti nella vita possono fare qualsiasi cosa e che è meglio essere la versione migliore di se stessi, piuttosto che la brutta copia di qualcun altro". Una riflessione equilibrata in un contesto condizionato da queste vicende internazionali e dall’onda di polemiche, inevitabili, scaturite proprio dalla partecipazione di Conchita che non ne risente affatto. E che, vogliate o meno, continua a parlare di sé usando il lei.

Tra Emma Marrone e Marco Bocci l’ombra di Laura Chiatti. Foto

La storia tra i due è giunta all’epilogo: l’attore paparazzato con la collega

Quel cinguettio neanche troppo difficile da interpretare di Emma Marrone aveva lasciato intendere che le cose tra la creatura di Maria De Filippi e Marco Bocci non avessero avuto un epilogo consensuale. E così è, a osservare gli scatti rubati e pubblicati dal settimanale Gente che ritraggono l’attore e Laura Chiatti, attrice anche lei, assieme. Già Verissimo li aveva "beccati" insieme in un ristorante, insistendo sull’indiscrezione che voleva tra Emma (che ha assunto per sua stessa ammissione un aspetto più morbido) e Bocci un’ombra, quella della Chiatti.

La cautela adottata dai due attori, ormai abituati a misurare la loro immagine e a orientare l’attenzione dei fotografi su pratiche assai meno interessanti, non ha evitato che fosse documentata la frequenza dei loro incontri che suggerirebbero una frequentazione più intensa  nelle ultime settimane. Una liason che si preannuncia come una delle più intriganti di questo inizio 2014.