Incidenti in cucina: 10 accorgimenti per evitare tagli, cadute, ustioni

La cucina, il focolare domestico, è il luogo in cui passiamo più tempo ma anche il più pericoloso della casa. Proprio in cucina, statistiche alla mano, avviene il 52% degli incidenti domestici, che coinvolgono principalmente donne e bambini.

Ferite, ustioni, fratture, dovute alla manipolazioni di oggetti taglienti, alla presenza di fuochi ed elettrodomestici e cibi  bollenti,  o di liquidi caduti sul pavimento. Se non si presta la dovuta attenzione, la cucina può trasformarsi nel più temibile dei serial killer.

Ecco allora alcuni semplici accorgimenti, che dovrebbero essere sempre osservati, per limitare al massimo i rischi

1) Non tenere mai vicino ai fuochi strofinacci o materiali infiammabili. Ad esempio il rotolo dello scottex o i tovaglioli di carta
2) Cucinare tenere sempre rivolto verso l’interno il manico delle pentole. Urtarle e rovesciarle è un attimo
3)  Non cucinare mai e non avvicinarsi ai fuochi con i bambini in braccio o nei marsupi. La loro velocità di movimento e di presa è incredibile
4)  Fare in modo che cassetti e loro contenuti (coltelli, forbici, ecc) siano fuori dalla portata dei bambini e chiusi con i ganci di sicurezza
5)  Controllare sempre il buono stato degli elettrodomestici  e delle pentole a pressione
6)  Mai spegnere gli elettrodomestici tirandoli per il filo
7)  Non passare mai con pentole calde, piene di acqua bollente o con utensili affilati sopra o vicino ad altre persone
8) Tenere i detersivi sempre ben chiusi, fuori dalla portata dei bimbi e lontani da fonti di calore
9) Non cucinare mai a piedi nudi o con mani bagnate
10) Controllare la presenza del salvavita