Addio braccia flaccide ad ali di pipistrello: gli esercizi fai da te

Braccia ad ali di pipistrello, braccia a bingo, braccia a gelatina. Qualunque sia la definizione, trattasi nella sostanza di quelle antiestetiche braccia flaccide che "ballonzolano" ad ogni movimento facendoci vergognare quando capita di indossare canottiere o nel sollevarle per qualsivoglia motivo.

E non pensiate che le braccia orrende – flaccide anche quando sono troppo magre – siano un problema riservato alle comuni mortali.

Volendo fare a meno di bisturi e anche delle palestre, perché non si hanno abbastanza soldi e tempo, vi proponiamo 4 semplici esercizi da fare a casa, trasformata in palestra fa da te, per rassodare le braccia e ovviare in maniera naturale al problema.

Intanto l’economicità sta nel fatto che anziché pesetti o bilanceri, si possono usare bottiglie piene d’acqua o di sabbia. E si può usare come appoggio, in mancanza di panche piane o inclinate, una scalinata. Di casa vostra se il vostro appartamento si distribuisce su due piani, del condominio, purché i vostri vicini non vi prendano per pazze.

Basta infatti sedersi tenendo distese le gambe, appoggiare le mani sullo scalino con i palmi rivolti verso il basso e le braccia perpendicolari al corpo, gomiti paralleli. Alzarsi facendo leva sulla forza delle braccia e sollevare la gamba, in modo da restare appoggiate esclusivamente sul tallone e sul palmo delle mani.

Passiamo agli esercizi con i pesi:

1) Stando in piedi, con una mano appoggiata su un fianco,  prendere nell’altra una bottiglia piena  e sollevarlalo sopra la testa. Mantenerela schiena dritta e il gomito del braccio sollevato nella medesima posizione e far scendere l’avambraccio con il peso dietro la testa.

2) Con le mani lungo i fianchi, afferrare due bottiglie da 2 kg circa ognuna. Con i palmi verso l’alto e la schiena dritta, sollevare prima il peso destro e poi il sinistro fino al petto, tenendo i gomiti attaccati al corpo.

3) Prendere un peso da 1 o 2 kg e posizionarlo sopra la testa, sostenendolo con entrambe le braccia.Piegando i gomiti, fai scendere lentamente il peso vicino la nuca, sempre tenendolo con tutte e due le mani. Ripeti l’esercizio 10 volte, fai una breve pausa e ricomincia.