Il tribunale: Ylenia Carrisi, la figlia di Al Bano e Romina Power, è morta

La ferita per la sua scomparsa e per la gestione del suo caso da parte delle autorità americane arreca ancora un dolore intenso ai suoi genitori, Romina Power e Al Bano. Ylenia Carrisi, la primogenita della coppia, è morta. A stabilirlo, con una sentenza del 1° dicembre scorso, è stato il Tribunale di Brindisi, dopo una annosa vicenda iniziata il 31 dicembre del 1994 quando la ragazza fu risucchiata nel nulla a New Orleans, negli Stati Uniti.

Il ricorso presentato dallo stesso Al Bano, curato dall’avvocato Sandro Caforio, risale al novembre del 2012. Lo stesso Tribunale aveva disposto la pubblicazione, come per prassi, dell’avviso con il quale si dava notizia dell’avvenuta richiesta di un familiare. Veniva indicata la data di nascita, il luogo della scomparsa e l’ultima residenza, in contrada Bosco, a Cellino San Marco (Brindisi).

L’istituto della morte presunta produce gli stessi effetti della morte della persona fisica, ed è rilevante in termini di successione e per statuire come ripartire le eredità. Cesserebbero di avere effetto gli effetti della morte presunta nel caso in cui la persona in questione venga torni a dare qualche cenno della propria esistenza in vita.

Si chiude così, da un punto di vista giuridico, un caso che è rimasto avvolto del mistero per quasi vent’anni in cui i genitori hanno provveduto a effettuare ricerche, oltre a quelle delle forze dell’ordine, che a nulla hanno condotto. Il corpo di Ylenia, infatti, non è mai stato ritrovato.

 

%d bloggers like this:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close