Come fare la piadina e poi farcirla: farina, prosciutto e fantasia

Farina e sale, acqua, strutto e un pizzico di bicarbonato, sono questi gli ingredienti per una piadina perfetta. Piatto tipico della cucina romagnola:  la piadina, da farcire e riempire con mille ingredienti  saporiti.

Per chi desidera un piatto più leggero o vegano, basta sostituire lo strutto con olio extra verdine di oliva.

Per la farcitura si puo’ spaziare dai più tradizionali squacquerone, prosciutto crudo e rucola o farsi trasportare dalla fantasia e osare con ricotta di pecora e pomodorini sott’olio, o gamberi e cipollotti.
Per i vegetariani una provola affumicata con le zucchine grigliate è l’ideale, per i palati forti e maschi il condimento più interessante è lardo e pistacchi conditi con una spruzzata di succo d’arancia e pepe, oppure salsiccia e scamorza.

Volendo quei dischetti di pasta si possono trasformare in una pizza piadina e farcirli con pomodoro, mozzarella e basilico, oppure in una piadina insalata, se riempiti di verdure e pollo allo zenzero, il tutto condito con panna acida.

Ecco la ricetta per una piadina light, in cui lo strutto è sostituito dall’olio d’oliva:

Ingredienti: 350 gr di farina integrale o di grano tenero, 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale e uno di bicarbonato, acqua q.b.
Preparazione: mescolare farina, bicarbonato e sale. Unire l’olio, un cucchiaio per volta, e iniziare a impastare aggiungendo l’acqua un po’ alla volta e continuare fino a ottenere una composto omogeneo e abbastanza duro. Formare delle palline e far riposare la pasta per un paio d’ore in una ciotola, coprire con un panno.

Dividere l’impasto in palline e stenderle con un mattarello. Cuocere la piadina sopra una piastra di ghisa o in una padella antiaderente.