Come congelare gli alimenti: quali scegliere, come fare, come confezionarli

Congelare i cibi o tenere surgelati di scorta nel freezer è indispensabile al giorno d’oggi. Con la vita frenetica, la mancanza di tempo, gli orari sempre al limite, sarebbe impensabile fare la spesa quotidianamente. Ecco perché acquistare i cibi una volta alla settimana e metterli nel congelatore può risultare molto utile. Con qualche accorgimento: ecco alcuni consigli

Come congelare gli alimenti, quali cibi congelare
Carne, pesce, verdura cotta, pane e cibi precotti sono adatti a essere congelati. Anche i cibi freschi a volte vengono congelati per il trasporto: in questo caso sull’etichetta è indicato ‘prodotto decongelato’ e non può essere ricongelato.

Come congelare gli alimenti, quali cibi non congelare
Alcuni alimenti invece, non possono essere riposti nel congelatore. Si tratta soprattutto dei cibi con alto contenuto di acqua come pomodori, insalata, ananas e così via. Bisogna fare molta attenzione anche alle salse o alle creme a base di uova che potrebbero incorrere in mutazioni dannose. Inoltre è assolutamente proibito congelare cibi già scongelati in precedenza.

Come congelare gli alimenti, istruzioni
Carne: per tutti i tipi di carne bisogna eliminare la pelle e le parti grasse, porzionare e avvolgere la carne in carta di alluminio o pellicola trasparente. I pezzi di carne come arrosti, brasati, o bolliti vanno congelati in parti di dimensioni non troppo grandi, al massimo 2 kg. 
Pesce: si possono congelare sia i pesci di mare sia quelli di acqua dolce. I pesci devono essere freschissimi, vanno squamati, lavati e congelati nel giro di pochissime ore. I pesci di grande dimensione possono essere tagliati a pezzi, a fette o a filetti. 
Verdura: quasi tutte le verdure possono essere congelate (tranne quelle ricche di acqua come insalata, cetrioli e sedano). La cosa importante è che siano freschissime: solo in questo caso riusciranno, a basse temperature, a conservare il colore, il sapore, la consistenza e il contenuto vitaminico. Per un corretto congelamento delle verdure è bene farle sbollentare per alcuni minuti, quindi scolarle e farle raffreddare prima di riporle nel congelatore. 
Pane e impasti dolci e salati: si possono congelare riposti in sacchetti di polietilene ben chiusi.

Come congelare gli alimenti, come confezionarli
Durante la permanenza nel congelatore i cibi devono essere protetti dal processo di essiccamento e dalla formazione di brina e bisogna fare in modo che cibi dall’odore piuttosto pronunciato non possano trasmetterlo ad altri cibi. Bisogna quindi scegliere dei materiali che possano garantire una buona resistenza al freddo e che siano impermeabili all’acqua e agli odori: ad esempio quelli in materiale plastico o di vetro dotati di chiusura ermetica, le vaschette in alluminio, i sacchetti di polietilene e i fogli di alluminio o di pellicola trasparente. Durante il processo di congelazione i liquidi aumentano di volume (circa il 10%), quindi non bisogna mai riempire i contenitori con il liquido fino al bordo ma lasciare uno spazio di 3-4 cm. Bisogna confezionare i cibi tagliandoli in pezzi che abbiamo più o meno tutti la stessa misura, così sarà anche più facile avere al momento dello scongelamento porzioni già pronte e con gli stessi tempi di cottura.  Bisogna poi scrivere sulla confezione, con un pennarello indelebile o con delle apposite etichette resistenti al freddo, le informazioni fondamentali, dove indicare: il contenuto, la data in cui è stato confezionato il prodotto, il peso e la data entro cui è meglio consumare il prodotto.

%d bloggers like this:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close