Otto segreti per una bellezza naturale come quella di Victoria Justice

"Chi bella vuole apparire le pene deve soffrire". Il famoso proverbio non tocca la bellissima Victoria Justice, la star americana protagonista di Victorious, dove interpreta l’aspirante cantante Tori Vega, che frequenta la Hollywood Art, una scuola di arti dello spettacolo.

Ricorda un po’ Nia Peeples, che negli anni ’80 interpretava il personaggio di Nicole nella celebre serie Fame (in italiano Saranno Famosi). Sorriso aperto, look fresco e modi dolci, è la classica "ragazza della porta accanto" che conquista per la sua semplicità.  

La bella attrice mantiene la sua freschezza naturale con 8 segreti di bellezza che segue per mantenersi in forma. Ecco quali:
 

1 – Non fuma, non beve e non prende troppo sole
2 – Usa smalti sempre di tonalità neutre, per non doverli adattare a ogni cambio di outfit
3 – Si trucca poco, preferisce la bellezza naturale
4 – All’occorrenza, si dà 10 pizzicotti sulle guance per donar loro un po’ di colore e apparire in ottima forma
5 – Toglie il trucco ogni sera prima di andare a dormire, così la pelle può respirare
6 – Porta acconciature semplici, capelli spesso liberi e selvaggi, che sono anche molto più sensuali
7 – Asciuga i capelli con il phon solo sul davanti, il resto… è un segreto
8 – Quando non si sente in gran forma beve tanta acqua e si disintossica con cibo crudo
 

Gorgonzola, benvenuti al Nord

Le sagre del Gorgonzola – in giro per la penisola, hanno dato il via libera all’ingresso dello stuzzicante, piccante e cremoso formaggio nelle cucine autunnali di casa.

Un po’ di freschino, qualche nuvola, un golf e una pashmina ed eccoci pronti a gustare il muffoso e incisivo formaggio del nord, l’antagonista della mozzarella, più estiva e languida che evoca sole, caldo e dolce far niente, come la tradizione vuole.
 

Sapido, determinato e voluttuso il dinamico gorgonzola oltre alla inconfutabile bontà pare abbia anche virtù salutari.
 

Ottimo nel risotto, spalmato sul pane con crostini caldi e radicchio o come ripieno per verdure,  piccoli bignè o pomodori.

Per meritare la denominazione d’origine protetta deve essere prodotto soltanto con latte proveniente dalle provincie piemontesi di Novara, Vercelli, Cuneo e Biella e Casale Monferrato e ovviamente dagli allevamenti delle valli Lombarde.

Vellutato e ghiotto è ideale per condire tagliatelle e qualsiasi tipo di maccheroni e gnocchetti verdi o bianchi, o dar sapore a un soffice soufflé.

Nato nelle pianure intorno a Milano, già nel Medioevo era utilizzato per curare alcuni disturbi gastrointestinali.

Si narra inoltre che i casari dediti alla produzione del gorgonzola fossero estremamente longevi, il segreto? Tutto nelle muffe e nei fermenti lattici utilizzati per la sua produzione.

Ricco di minerali e vitamine, A – B1 – B2 – B6 – B12 – PP, contiene anche molte proteine nobili e una percentuale di grassi più bassa di quel che si puo’ pensare: 27 gr su 100 di formaggio inoltre contiene 360 mg di fosforo e 420 mg di calcio.

Amato da Winston Churchill, con un santo protettore – San Lucio – tutto per lui, è un formaggio dalla forte personalità le sue venature blu gli donano sapore ed eleganza ed è spesso l’ingrediente principe di fantasiose creazioni di chef rinomati.

Ecco alcuni suggerimenti di piatti a base di gorgonzola per prepararsi ad affrontare al meglio il cambio di stagione, disponibili anche sul sito gorgonzola.com, curato dal Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola, creato nel 1970 ha lo scopo di vigilare sulla produzione e sull’autenticità del gorgonzola DOP.

Budokon, il più amato dalle star di Hollywood: dimagrire con lo yoga e le arti marziali

Si chiama  Budokon e in giapponese significa "il cammino spirituale del guerriero". Si tratta di una combinazione di ginnastica, arti marziali, meditazione ed alimentazione sana. Praticata da molte star come Jennifer Aniston, Courtney Cox, o Meg Ryan, sta prendendo sempre più piede anche in Italia.
 

L’obiettivo del Budokon, inventato nel 2000 da Cameron Shayne, maestro di arti marziali e personal trainer molto in voga fra i divi di Hollywood, è quello di esercitare il corpo e la mente per ottenere un equilibrio integrale. Tra meditazione, yoga, pugni e calci, si sfoga tutta la rabbia repressa e si liberano corpo e mente dalla negatività, con ottimi risultati anche per la linea: i muscoli diventano più tonici e il portamento più elegante. 
 
Il Budokon è un’arte di vita o, se si preferisce, è l’arte di vivere. E’ un modo di camminare, di dormire, di vivere, di nutrirsi, di muoversi. È, in sostanza, uno stile di vita che si basa sulla fusione di discipline diverse, come lo yoga, le arti marziali e la meditazione. L’alimentazione consigliata è una dieta a base di vegetali e frutta, con un consumo ridotto di carne. 
 
Le sessioni di Budokon durano circa un’ora. I primi cinque minuti sono riservati alla meditazione, seguiti da venti minuti di yoga e venti di arti marziali; gli ultimi cinque minuti sono nuovamente dedicati alla meditazione. Tutte le fasi sono complementari l’una all’altra. Alla base della pratica fisica ci sono la precisione e l’allineamento del corpo. Questo tipo di posizioni permette di ritrovare elasticità e di sciogliere le articolazioni; spesso, infatti, muscoli e articolazioni, a causa di stress, posture sbagliate e poco allenamento, sono contratti e poco elastici.
 

Il fondamento del Budokon è la pratica dello Zen, che letteralmente vuol dire meditazione, caratterizzata dalla semplicità, dalla sobrietà e dall’essenzialità, per questo mira immediatamente all’obiettivo. Secondo lo Zen, infatti, non occorre far altro che sedersi per terra a gambe incrociate e focalizzare l’attenzione sulla corretta postura e sulla respirazione. Ciò permette di sviluppare la consapevolezza di se stessi, dello spazio circostante e dell’irripetibile bellezza del momento presente: da questa dimensione è possibile trovare un equilibrio tra corpo, mente e spirito.
 

La respirazione è, dunque, un aspetto molto importante, fondamentale per mettere in pratica tutti gli esercizi, perché permette di far lavorare i muscoli del diaframma; inoltre, aiuta a ritrovare la migliore postura, tonificare la muscolatura addominale in modo uniforme e limitare alcuni dolori alla colonna vertebrale provocati, in molti casi, proprio da un uso scorretto del diaframma. La pratica del Budo permette di scaricare le tensioni e lo stress accumulati grazie alle parte figurativa dei colpi; inoltre, ogni esercizio aiuta a bruciare i grassi.
 

La pratica del Budokon favorisce l’agilità, il controllo, la velocità dei movimenti del corpo. Tutte qualità che possono essere utili alla persona nella vita quotidiana, aiutandola a modoficare le posture scorrette e allungare e tonificare i muscoli per avere un corpo armonico.

Le diete dei vip più inutili e pazze

Anche i vip sbagliano: oltre a innamorarsi di partner inaffidabili e a mostrarsi in pubblico con i look più improbabili, quando si tratta di fare una dieta cedono alle lusinghe di quelle più sconclusionate.

Qualche esempio? "La dieta più assurda che ho seguito imponeva che mangiassi solo carote, pomodori e pesce", racconta la top model Petra Nemcova al sito americano Foxnews. "Alla fine i palmi delle mie mani diventarono gialli per la vitamina A: la gente mi guardava e mi chiedeva se mi fossi ammalata di epatite".

Kelly Osbourne ricorda con poca nostalgia una dieta iperproteica: "Quando sei a dieta e non puoi mangiare carboidrati, rimpiangi ardentemente la consistenza del pane o la croccantezza delle patatine". Tra gli alimenti consentiti, i sottaceti: "Mi aiutarono a non mangiare di più", aggiunge l’attrice.

Un’altra supermodella, Selita Ebanks, confessa di aver interrotto una dieta dopo un giorno e mezzo. Il perché questa si sia rivelata una saggia decisione è presto spiegato: avrebbe dovuto nutrirsi solo di latte di mandorla, cavolo e altri bizzarri alimenti.
Lo stesso per l’attrice tv Holly Robinson Peete, che pensò bene di sottoporsi a una dieta a base di soli funghi, abbandonata dopo due giorni scarsi e non certo per mancanza di buona volontà. Un’altra attrice tv americana racconta di essersi cimentata in una dieta a base di limonata e peperoncino di cayenna, con il risultato di diventare assolutamente intrattabile dopo poche ore.

Laura Prepon, attrice del film The Kitchen, confessa di essersi rovinata il metabolismo a causa della sua passione delle diete. La peggiore che ha provato è l‘hCG diet, avversata da gran parte della comunità scientifica, che consiste in iniezioni di ormoni proibite tra l’altro dalle leggi sportive antidoping.

Il tentativo di dimagrire più ridicolo? Quello raccontato da Kristin Bauer van Straten: "Anni fa la mia nutrizionista mi convinse a provare una cura a base di bendaggi impregnati di qualche sostanza dimagrante detox, coperte da un poncho che ci impediva i movimenti, costringendoci a camminare in tondo: non ho mai riso tanto in tutta la mia vita!".