Vivere col vostro uomo

  1. Siate attente alle sue necessità
  2. L’uomo non è un essere difficile. Ha bisogno solo di carne, di patate e di un televisore da 16 pollici per guardare i suoi simili che corrono dietro a un pallone.

  3. Non portatelo con voi a fare spese
  4. Se volete fare piacere al vostro uomo, non trascinatelo nei negozi il sabato pomeriggio. Il suo istinto naturale lo porterebbe dritto verso i reparti "bricolage", "hi-Fi", "informatica" e "tempo libero". Non vi sarà di nessuna utilità e in quattro e quattr’otto farà salire l’importo dello scontrino alla cassa.

  5. Evitate qualsiasi attacco frontale
  6. Ne avete abbastanza di tutta quella pelliccia che ricopre il suo corpo? E non vuol sentire ragioni, dato che i peli sarebbero indispensabili alla sua sopravvivenza nei periodi di grande freddo (reminiscenza di un istinto risalente all’era neanderthaliana)? Portatelo allora con voi a una delle serate di sole donne. Non ne uscirà indenne e si rifugerà in un profondo sonno riparatore, durante il quale potrete tirar fuori il rasoio e confezionarvi delle vestaglie di peluche in pelo di maschio.

  7. Eliminate certe espressioni dal vostro vocabolario
  8. "Stasera un po’ di zuppa e uno yogurt", "Ho invitato mia madre a venire a passare il fine settimana con noi". In questi casi l’uomo ha la capacità istintiva di tapparsi le orecchie. Per ottenere i vostri scopi, parlate un linguaggio che comprenda: "Stasera un po’ di zuppa e uno yogurt, e se hai ancora fame è rimasto un cinghiale nel congelatore", "Ho invitato mia madre a venire a passare il fine settimana con noi, ha vinto dei biglietti per la finale di Champions League".

  9. Adulatelo
  10. L’uomo è un essere vanitoso. Non esitate ad accarezzarlo nel senso del pelo e per farlo solo in senso figurato, riferitevi consiglio n. 3.

  11. Allenatelo
  12. Per prepararlo alla vostra futura vita familiare, allenatelo da oggi facendogli ripetere a memoria ogni sera le tabelline e il teorema di Pitagora. Così non si sentirà preso alla sprovvista quando i bambini ritorneranno a casa da scuola.

  13. Rendetelo schiavo
  14. Acquistate un campanellino che farete tintinnare con discrezione ogni volta che passerete davanti a una gioielleria (preferibilmente di lusso). Così il giorno in cui vi sentirete davvero pronta per il matrimonio, dovrete semplicemente far tintinnare il campanellino perché il vostro uomo abbia una voglia irresistibile di portarvi a fare un giro da Cartier.

  1. Fatelo giocare
  2. Il vostro compagno è un vero e proprio furfante. Non appena avete le spalle girate, lui si butta con foga sui pulsanti della console dei videogames lanciando piccole grida di gioia. Lasciatelo fare, è un comportamento del tutto normale, soprattutto se ha meno di 30 anni. Mentre gioca, approfittatene per chiedergli se può aggiustare il lavandino intasato, ridipingere la camera degli ospiti o sposarvi. Avete il 100 per cento di possibilità che vi dica "sì".

  3. Insegnategli la pulizia
  4. La cosa migliore è farlo ancora prima di andare a vivere insieme. Altrimenti non farete altro che imprecare contro i suoi calzini lasciati in giro, i suoi peli tappezzati sul piatto della doccia e le sue scarpe tutte infangate sul parquet pieno di bolle.

  5. Dimostrategli chi è che comanda
  6. Gentilmente, ben inteso. Una piccola botta sulla mano quando dimentica di rimettere il tappo al dentifricio e nel peggiore dei casi "oblio totale del vostro compleanno, volgarità nei confronti della vostra cara mmaaammma" non esitate a sostituire tutta la sua DVDteca con l’integrale di Orietta Berti.

  7. Accarezzatelo
  8. All’uomo piace molto, ma non abituatelo troppo, col rischio di vederlo rotolarsi per terra alla prima occasione, di cattivissimo gusto durante un pranzo di famiglia.

  9. Segnate i confini del vostro territorio
  10. Non esitate a cucire delle piccole etichette su tutti i suoi vestiti con i vostri nomi, cognomi, indirizzo, nel caso in cui si perdesse e fosse gentilmente raccolto dalla segretaria o da una pin-up incrociata per strada.

  11. Ogni tanto lasciatelo abbaiare
  12. Il vostro uomo è fatto così, è nella sua natura. Ingorghi, sconfitta della squadra del cuore, le amiche in giro per casa, aspirapolvere, bucato e ferro da stiro sono fattori destinati a far crollare il morale del vostro caro. Forse una questione d’ormoni.

  13. Mettetelo sotto controllo
  14. Se dovete assentarvi, chiedetegli se vostra madre può venire a fare il bucato da voi con il pretesto di un guasto ai tubi dell’acqua. Se non vi fidate per niente, ditegli pure che lei gli terrà compagnia di sera, dato che allo stesso tempo è implosa anche la televisione. Al vostro ritorno: rapporto!

  15. Smettete di prendere sul serio tutto quello che vi si dice
  16. Se gli mettete il guinzaglio e mettete in pratica questi consigli alla lettera, significa che dovete adottare un cagnolino, non un uomo. Lasciategli un po’ di libertà, che diamine!

 

William e Kate, aspettando le nozze sugli sci

Sulle nevi di Meribel, deliziosa località sciistica nella Savoia francese, il principe William d’Inghilterra e Kate Middleton hanno trascorso una vacanza romantica e appassionata, in un mega chalet di lusso.

Baci ed effusioni, allegria e sport, il tutto miscelato dalla compagnia di ottimi amici, ecco le giornate del principe e della sua fidanzata storica, la "commoner" Kate –  mai ufficializzata da Buckingam Palace –  inossidabile e discreta accanto al futuro re d’Inghilterra, secondo nella linea di successione al trono, dopo il padre Charles.

Incuranti di giornalisti e fotografi a caccia di gossip i due fidanzati vip si sono mostrati particolarmente affiatati e in perfetta armonia. Il loro amore resiste, incurante a qualsiasi attacco, ormai dal 2001, anno in cui si sono conosciuti e mai più lasciati – fatta eccezione per qualche scaramuccia, subito rientrata  –  nella prestigiosa Università di St. Andrews.

Lei nata il 9 Gennaio 1982 – un’ambiziosa e razionale capricorno – ha qualche mese in più di William, nato il 21 giungo 1982 – cerebrale e frivolo gemelli – figlia di un pilota d’aereo e di una hostess di volo, tiene duro e aspetta con dignità e perseveranza che la regina Elisabetta, l’unica che può dare il via libera, dia l’annuncio ufficiale.  La relazione è sostenuta dagli astri, che danno ottime chance all’accoppiata capricorno e gemelli, e dalla ricchezza della famiglia di Kate.

Magari se lei non intravedesse un futuro da regina, avrebbe già abbandonato il sogno da un bel po’, ma la paziente e discreta Kate – amata anche dai sudditi anglosassoni – forse vede spuntare la corona in fondo al tunnel. E c’è chi giura, indiscrezioni dei tabloid inglesi, che la data giusta per convolare a nozze sia il  2011, praticamente dietro l’angolo. Unico momento possibile a breve scadenza, perché il 2012 sarà tutto dedicato alle Olimpiadi che distoglierebbero l’attenzione dal matrimonio reale mentre il 2013 pare che porti sfortuna.

Insomma cara Kate, ancora un po’ di pazienza.

Web@lfemminile, la protagonista sei tu

Il 31 marzo si tiene la terza edizione di web@femminile l’evento, esclusivamente digitale, per tracciare un ritratto della donna del 2010, aggregando fatti e curiosità emersi da indagini recenti. E invitando le donne a confrontarsi sul proprio futuro.

Il tema comune della giornata vuole mostrare come la tecnologia possa essere la chiave di volta per aiutare le donne a esprimere il proprio potenziale, ed è un fattore abilitante per superare le differenze di genere e sostenere le donne nella conciliazione della vita personale e lavorativa. Nell’arco di 24 ore si susseguiranno online: dibattiti, interviste, informazioni, corsi, mostre, ricerche, test, video-dibattiti e sitcom.

Online si susseguono una serie di video interviste a personaggi dello spettacolo, tra i quali: Gabriele Muccino, Raoul Bova, Lella Costa, Margherita Buy, Alessandro Bergonzoni, Paola Maugeri e Alessia Fabiani.
Cosa ti piace e non ti piace della donna di oggi? Quali sono i lavori più desiderati dalle donne in Italia? Ecco alcune delle domande rivolte loro in attesa delle altre opinioni tutte al femminile.

Il portale nelle scorse edizioni ha riscosso un successo enorme e, forti degli ottimi risultati degli anni precedenti, per l’edizione 2010 abbiamo pensato a un formula nuova, che mantenga l’autorevolezza e il rigore dell’approccio giornalistico ma che, al tempo stesso, introduca elementi di leggerezza e di forte interattività Per capire di cosa si tratta puoi andare sul sito www.webalfemminile.it: i contenuti saranno online proprio il 31 marzo.

La dieta per ingrassare

Ebbene sì, esistono anche persone che hanno la preoccupazione di ingrassare, e spesso sono poco considerate. Si parla sempre del problema opposto, come dimagrire, e non si parla mai di quali rimedi possano seguire le persone sottopeso. Ovviamente qui non parliamo di chi è affetto da veri e propri disturbi, per i quali è sempre meglio rivolgersi a uno specialista, ma di chi, con l’ago della bilancia sempre sotto il peso ideale, vorrebbe mettere su qualche chiletto.

1. Per prima cosa aumenta gradualmente l’apporto calorico. In una settimana calcola circa 150 calorie in più al giorno, per arrivare a consumare  da 500 a 1000 calorie in più di quello che mangi di solito. Questo per abituare lo stomaco e il corpo ad assimilare tutto. Si può iniziare a mangiare una porzione un po’ più abbondante dei piatti che normalmente consumiamo.

2. Condisci di più ciò che mangi. Le salse e i sughi arricchiscono di calorie le portate senza rendere le porzioni di cibo troppo abbondanti. Attenzione però alla qualità del condimento: quelli a base di maionese possono essere troppo calorici. Un condimento a base d’olio extravergine di oliva, un sugo di pomodoro o una salsa con lo yogurt sono preferibili.

3. Fai una scorpacciata di carboidrati. Mangiare pasta, patate e pane aiuta ad aumentare il peso: una fetta in più di pane, un’altra porzione di riso o un extra di pasta, alla lunga, serve per raggiungere il tuo obiettivo.

4. Non avere fretta. Come per le diete dimagranti, anche in quelle per ingrassare, un aumento repentino di peso è sconsigliabile. Per arrivare al peso ideale è meglio fare una crescita graduale che poi risulti più stabile.

5. Al posto di bere acqua, accompagna i tuoi pasti con succhi di frutta o latte. A merenda gustati un milkshake ma continua a bere acqua per mantenere il giusto grado di idratazione.