Mini appartamenti. Di necessità virtù.

Come trasformare un piccolo appartamento nel regno delle vacanze? Come arredare un monolocale valorizzando ogni metro quadro?
Per scelta, per necessità, per esigenze di lavoro, vacanza, oppure per scelte di vita, il numero di single o di professionisti che utilizzano quotidianamente piccoli appartamenti, spesso collocati anche in zone di prestigio.
Prepariamo il te? Apri la dispensa e poi apri la cucina. L’anta scorrevole si inserisce nel ritmo quotidiano d’utilizzo di questo colorato monoblocco super accessoriato. E’ un accorgimento che integra le diverse funzioni giocando con i colori, i materiali e i movimenti per dare allo spazio molte apprezzabili virtù, da Doimo Cityline. Un monoblocco completamente accessoriato integra tutte le funzioni della cucina, dal fornello al lavello, dalla cappa al frigorifero in una struttura molto efficace quanto rapidamente celabile all’occorenza. La tipica configurazione di mini appartamento, prevede un ingresso che dà direttamente sulla zona pranzo, un tempo denominato soggiorno, ma che ora è in bella vista all’ospite che si presenta alla porta. Una buona accoglienza prevede di mostrare l’area imbottito, scostando dalla libera vista il possibile commensale a tavola, preservandone l’intimità. Il divano ha spesso prestazioni superiori alla mera seduta. Nasconde infatti uno o anche due letti a volte, per i padroni di casa nel caso del monolocale o per figli od ospiti nel caso di bilocale. Sempre auspicabile, la possibilità di celare alla vista diretta la cucina. Spesso infatti possiamo non avere il tempo di riordinare perfettamente il piano di lavoro, togliendo l’indecoroso spettacolo dalla vista dell’ospite. Le soluzioni delle maggiori aziende sono pensate a partire dallo spazio reale e dalle particolari esigenze del committente. I programmi hanno una modularità così flessibile da consentire infinite possibilità compositive, e le moderne tecnologie impiegate consentono elementi su misura. La personalizzazione è quindi massima, come la libertà di progettare la propria architettura d’interni potendo contare su caratteristiche estetiche e funzionali d’altissimo livello.
Tutto quello che si prepara nella cucina monoblocco completa di lavello, dispensa e zona cottura con cappa d’aspirazione, si può gustare attorno al tavolo del gruppo multiuso.
Dopo pranzo diventa il luogo dove studiare, leggere, conversare. Correvano gli ultimi anni del 1800 quando un artigiano, nella sua bottega, sceglieva il legno piu’ adatto per costruire una panca, una credenza, un letto… dopo di che con i suoi attrezzi, segava, piallava, levigava… tutto cio’ per ottenere alla fine, un elemento che racchiudesse in se’ la bellezza e allo stesso tempo la robustezza di quel nobile materiale, un binomio inscindibile che avrebbe dato vita ad un mobile che sarebbe durato molto a lungo nel tempo… Trascorrono gli anni, cambiano le abitudini, i gusti e le tendenze; da quella che era la bottega di un artigiano, “CALLESELLA” diventa una moderna industria del legno senza pero’ mai perdere lo spirito e la passione che sono rimasti immutati, quelli di un tempo, mantenendo quei valori che si sono tramandati di padre in figlio, crescendo fino ad oggi con esperienza e professionalita’.

Kinesiologia

La specialità è nata negli Stati Uniti nel 1964 grazie allo studioso americano George Goodheart, che si occupava principalmente di disturbi osteo-artro-muscolari, del movimento e delle strutture corporee ad esso preposte.
In particolare viene esaminato il movimento corporeo.

Attraverso dei semplici movimenti il kinesiologo è in grado di valutare se esistono dei muscoli, definiti indicatori, che sostanzialmente non sono in grado di opporre resistenza alle prove cui vengono sottoposti (perdono forza, si indeboliscono e cedono). Tale risultato indica che in quel sistema corporeo " qualche cosa non funziona correttamente", cioè il sistema è disturbato, è malato o si sta ammalando.

Nel tentativo di capire ciò che ha determinato lo squilibrio, causa della malattia, vengono esaminati i seguenti apparati: masticatorio, visivo, l’appoggio podalico, la respirazione cranio-sacrale, i blocchi muscolari lungo la colonna vertebra, la presenza di cicatrici chirurgiche disfunzionali, la mobilità sacro-iliaca e degli arti inferiori.

Tutte queste valutazioni sono totalmente non invasive, richiedono solo l’utilizzo di test muscolari e permettono di ottenere dei risultati veramente sorprendenti.

Biglietti d’auguri

 Stampa, colora, scrivi e decora i bigliettini per fare gli auguri di Buon Natale e poi inviali a chi vuoi tu.
Per stamparli, clicca con il mouse sul tasto Stampa l’articolo in basso a sinistra.

 

Stampa e colora

Babbo Natale e la sua renna, elfi, cagnolini e gattini, canguri e panda: tanti simpatici amici da colorare.
Per stamparli, clicca con il mouse sul tasto Stampa l’articolo in basso a sinistra.

Collage

Ritaglia i tuoi personaggi preferiti e incollali per creare una composizione da regalare a mamma e papà o per decorare i pacchetti natalizi.
Per stamparli, clicca con il mouse sul tasto Stampa l’articolo in basso a sinistra.